Archivi tag: domade a moony

1.000 cuori per Remo Brindisi: partecipate con il vostro! + intervista a Moony

1000 cuori per Remo Brindisi il cuore di Moony Witcher(non perdete la breve intervista a Moony, in fondo all’articolo!)

Vi ricordo che il 9 luglio la nostra amica ed artista Linda Brindisi, nipote del grande maestro Remo Brindisi, terrà il suo Assalto di Colore a Lido di Spina, presso la Casa Museo Remo Brindisi. L’evento è completamente gratuito, da lei organizzato e finanziato senza il supporto di nessun ente pubblico (nonostante Casa Museo sia stata donata dal Maestro allo Stato italiano).
Il pubblico -sia adulti che ragazzi che bambini- potrà partecipare attivamente dipingendo, a proprio piacere, uno o più dei 1000 cuori di carta messi a disposizione, assieme alle pitture, da Linda stessa. Ogni partecipante potrà poi conservare il cuore in ricordo di una giornata unica e importante per Linda e per l’Italia intera. Remo BrindisiSi tratta infatti del ventesimo anniversario dalla morte di Remo Brindisi e l’evento in programma sarà proprio dedicato a ricordare il Maestro e la sua arte.

Linda spiega:
“Il mio intento, in questo caso, è di far capire che non per forza gli artisti si muovono sempre a pagamento, alle volte fare una cosa per l’amore di farla e farla bene dovrebbe bastare. Zio mi ha sempre insegnato che l’arte deve essere aperta a tutti, condivisa e il più possibile libera, purtroppo non è così soprattutto oggi.
Il 2016 è il Ventennale dalla morte del Maestro Remo Brindisi, pittore del ‘900, sepolto nel giardino di Casa Museo Remo Brindisi. I 1.000 CUORI X REMO BRINDISI sono dedicati a lui per ricordarlo in questa particolare ricorrenza. Brindisi dopo la morte, nel luglio del 1996, donò allo Stato Casa Museo Alternativo Remo Brindisi con all’interno l’intera collezione e patrimonio artistico e culturale. Lo Stato dovrebbe porre maggiore attenzione su questo immenso patrimonio e collezione unica in Italia.”

Una quarantina di cuori, precedentemente dipinti a Milano da Linda e amici di Brindisi (quello di Moony è nell’immagine qui sopra) -che con il loro cuore vogliono dedicargli un ricordo e un saluto- verranno installati sul luogo dell’evento.
Sarà quindi anche occasione per visitare il Museo e conoscere la vita di Brindisi, oltre ad avere modo di osservare le opere lì esposte.

ASSALTO DI COLORE di Linda Brindisi
c/o Casa Museo Remo Brindisi – Lido di Spina (FE)

Via Nicola Pisano, 51
GIORNO 9 Luglio 2016: performance pubblica GRATUITA
ORARIO: dalle 17.00 fino a sera, in giardino
In caso di mal tempo si svilupperà in interno/taverna

Durante l’evento le fotografie saranno a cura di Davide Folegatti e il video verrà realizzato da Gianluca Caprara.
LINDA 2

Piccola intervista a Moony, in occasione della partecipazione all’evento:

1. Perché hai accettato di realizzare il ❤️?
Linda è una donna geniale. L’arte le appartiene. E’ la sua ragione di vita. per questo ho accettato di dipingere un Cuore per lei e in memoria di suo zio Remo Brindisi. Un artista che merita di essere ricordato con vivacità ed estro.

2. Cosa ne pensi dell’iniziativa?
L’iniziativa che ha ideato Linda è una piccola-grande manifestazione per dimostrare che l’arte vive. E’ vita. E’ ribellione e regola. E’ il principio che segna quella linea sottile che unisce intelligenza ed emozione. I Cuori pulsano solo se si comprende il valore stesso dell’arte.

3. L’arte deve essere finanziata?
L’arte va finanziata, tutelata, nutrita, valorizzata. Sempre! La cultura di un Paese si misura anche su questo. E per prima cosa si deve puntare sui giovani artisti come Linda che con tenacia e dedizione ha intrapreso questa strada. La politica, quella seria, quella che fa gli interessi dei cittadini, ha l’obbligo civile e morale di finanziare attività culturali. Il ritorno sarà sempre positivo.

Scoprire i luoghi di Nina la bambina della Sesta Luna a Venezia

Moony risponde ad una domanda interessante arrivata sul blog:

Salve, mia figlia di 10 anni ha scoperto Nina Denobilis e si è innamorata. La sua mamma che scrive, è innamorata invece di Venezia e vorrebbe trasmettere questa passione alla figlia. Vi chiedo se per caso avete fatto una mappa o cosa simile dei luoghi di Nina a Venezia cosi che andandoci la si può guardare anche con gli occhi della Bambina della Sesta Luna. Grazie Monica

Gentile mamma, sono felice che sua figlia ami le avventure di Nina, è un personaggio che saprà dare molte emozioni e anche parecchie riflessioni. Non si tratta solo di usare la fantasia ma capire le cose importanti della vita, seppur mi riferisco a concetti complessi anche le ragazzine riescono a comprendere tutto. Purtroppo non ho pensato di realizzare una mappa dei luoghi di Venezia dove Nina vive la sua storia, però seguendo i libri potete realizzare la vostra mappa. Non è difficile. I luoghi reali che descrivo sono Villa Espasia (che in realtà non si chiama così) ma si trova esattamente alla Giudecca, in Rio della Croce. Palazzo Ca’ D’Oro è uno degli edifici più belli di Venezia e si affaccia sul Canal Grande. E ovviamente c’è piazza San Marco.
Buona lettura e buona visita veneziana.

Moony


Visualizzazione ingrandita della mappa

Vi ricordo che per le risposte ad altre domande potete andare a questo link http://www.moonywitcher.com/blog/nina-6-le-risposte-di-moony-alle-vostre-domande/