Archivi tag: le vostre lettere

Scoprire i luoghi di Nina la bambina della Sesta Luna a Venezia

Moony risponde ad una domanda interessante arrivata sul blog:

Salve, mia figlia di 10 anni ha scoperto Nina Denobilis e si è innamorata. La sua mamma che scrive, è innamorata invece di Venezia e vorrebbe trasmettere questa passione alla figlia. Vi chiedo se per caso avete fatto una mappa o cosa simile dei luoghi di Nina a Venezia cosi che andandoci la si può guardare anche con gli occhi della Bambina della Sesta Luna. Grazie Monica

Gentile mamma, sono felice che sua figlia ami le avventure di Nina, è un personaggio che saprà dare molte emozioni e anche parecchie riflessioni. Non si tratta solo di usare la fantasia ma capire le cose importanti della vita, seppur mi riferisco a concetti complessi anche le ragazzine riescono a comprendere tutto. Purtroppo non ho pensato di realizzare una mappa dei luoghi di Venezia dove Nina vive la sua storia, però seguendo i libri potete realizzare la vostra mappa. Non è difficile. I luoghi reali che descrivo sono Villa Espasia (che in realtà non si chiama così) ma si trova esattamente alla Giudecca, in Rio della Croce. Palazzo Ca’ D’Oro è uno degli edifici più belli di Venezia e si affaccia sul Canal Grande. E ovviamente c’è piazza San Marco.
Buona lettura e buona visita veneziana.

Moony


Visualizzazione ingrandita della mappa

Vi ricordo che per le risposte ad altre domande potete andare a questo link http://www.moonywitcher.com/blog/nina-6-le-risposte-di-moony-alle-vostre-domande/

Moony risponde…Cara Alessandra..

Ciao Moony sono Alessandra e ho 12 anni, sono un po’ triste perchè a Natale non posso andare in montagna come tutti gli anni. Mi piaceva tanto sciare e trovarmi con gli amici che ogni anni vedo in albergo. Da quando ero piccola siamo sempre andati e invece adesso non possiamo perché mio padre ha perso il lavoro ed è in cassa integrazione. Lo so che i soldi non sono tanto importanti perché è più importante la salute e volersi bene, come dice mia nonna però io sono triste. Servirebbe una di quelle magie che fa Morga con il suo vento che spazza via i problemi. Però so che è solo una cosa che non può succedere. Mia mamma dice che ci sono tante famiglie che stanno anche peggio di noi e che è tutta colpa della crisi economica, non so bene cosa sia la crisi economica anche se ho sentito i telegiornali però io penso che quelli che hanno i soldi potrebbero anche essere generosi con chi ha problemi. Comunque io passerò il Natale con la mia famiglia e so già che sotto l’albero troverò il secondo libro di Morga. E’ il regalo che mi fanno e penso che potrò sognare leggendo le tue belle parole. Per questo ti voglio ringraziare e spero che tu passi un Natale felice.

Alessandra fans di Morga.
Cara Alessandra, la tua lettera mi ha colpito al cuore. Il fatto che tuo padre abbia perso il lavoro e di conseguenza l’equilibrio economico della tua famiglia sta attraversando un periodo critico è purtroppo una situazione che vivono tante altre famiglie italiane. Capisco benissimo la delusione che hai per non poter trascorrere le vacanze di Natale in montagna con i tuoi amici. Ed è difficile alla tua età comprendere del tutto quanto dispiaccia a tua madre e a tuo padre non poterti accontentare. Ma sono sicura che i tuoi genitori sapranno affrontare con amore e forza questo periodo. Tu dici che i ricchi dovrebbero aiutare i poveri. Alcuni lo fanno ma sappi che un Paese non può  basarsi solo sulla carità e la solidarietà delle persone più generose. Servono leggi e regole solide per sviluppare l’economia e consentire una vita civile e sociale dignitosa per tutti. Ci sono diritti che non posso essere calpestati. E questo, tuo padre, potrà spiegartelo meglio di me.

Mi fa piacere che trascorrerai il Natale leggendo i miei libri. Spero che il mondo di Morga ti porti una ventata di serenità e dolcezza.

 Auguro a te un felice Natale e un 2011 pieno di positive novità per i tuoi genitori e naturalmente anche per te.

Con sincero affetto 
Moony

Moony risponde…Cara Giulia..

Cara Moony,posso darti del tu?

Sono Giulia e ho 11 anni. Ho letto tutta la serie “Nina la bambina della sesta luna” e ne sono rimasta affascinata.

Sai, ho appeso la scritta “VOLARE PER VIVERE” in camera mia. I tuoi libri sono fantastici, perchè esprimono, attraverso

una “storia”,l’amore,l’amicizia,la fantasia ed il pensiero dei bambini.

Non vedo l’ora di leggere “Geno”…sei la mia scrittrice preferita e un giorno spero di poterti incontrare…ah! Quasi dimenticavo,anche a me piace molto scrivere infatti ho già iniziato tre libri: “LA STELLA CHE BRILLA DI PIU'”, “IL SENSO DELLA FELICITA'”e “FANTASIA E REALTA'”…

Spero di non averti annoiato e…. se puoi rispondimi presto!

Ciao Giulia, sono davvero felice che ti piacciano i miei libri. E se hai appeso la frase “Volare per vivere” penso proprio che ti farà piacere avere una T-SHIRT proprio con questa frase. Infatti ho fatto fare delle magliette carine con alcune frasi prese dai miei libri. Le puoi acquistare qui nel mio sito: www.moonywitcher.com

Inoltre sono certa che se ora inizierai a leggere la storia di Morga rimarrai incantata. I libri sono per ora due: “Morga, la maga del vento” e “Morga- Il Deserto di Alfasia”.
Sono contentissima che scrivi e hai iniziato dei racconti, i titoli mi sembrano proprio belli. 
Ti abbraccio e ti auguro BUON NATALE
Moony

 

Con affetto

Giulia

Moony risponde…Caro Giorgio…

Moony ti scrivo perchè se puoi dammi un consiglio. Il mio amico Giovanni da qualche settimana non mi parla più . Siamo in due classi differenti ma abbiamo la stessa età, 11 anni. Lui vive in città a Parma invece io abito un po’ fuori. Ci troviamo sempre per andare a nuoto ma a novembre è successa una cosa che penso sia per questo che lui mi odia. Siccome faccio bene stile libero ho vinto tre volte la gara che abbiamo fatto . Giovanni invece arriva sempre quasi per ultimo. Così è successo che gli altri ragazzi del corso mi hanno fatto i complimenti mentre lui non mi ha più parlato. Non capisco se è più amico o nemico. Credo sia stupido volermi scartare da amico solo perchè sono più bravo di lui a nuotare. E poi lui è più bravo di me a scuola perchè prende sempre ottimi voti io invece sono peggio.Volevo anche parlare con lui ma ho paura che lui non voglia. Adesso finirà la scuola e inizieranno le vacanze di Natale e fino a gennaio non lo vedrò. Cosa posso fare in questi giorni? Ho pensato di mandargli un messaggino chiedendogli perchè non mi parla. Faccio bene?
Rispondimi prima di Natale, ciao e grazie
Giorgio
Mio carissimo Giorgio,

in effetti ti consiglio di parlare con Giovanni. Non mandargli un messaggino, è meglio che vi incontriate e aprlaite sinceramente. Forse Giovanni sarà un po’ invidioso ma sono sicura che se ci scherzate su lui capirà. Anch’io trovo sciocco rinunciare all’amicizia solo perché sei più bravo a nuoto. Non credo sia solo questa la ragione dell’allontanamento di Giovanni. E’ probabile che ci sia dell’altro. Forse senza accorgertene l’hai offeso. Prova a pensarci bene. Inoltre potresti chiedergli se ti aiuta con i compiti visto che a scuola è più bravo lui di te. Anche questo può essere un modo per rinsaldare l’amicizia.
BUON NATALE
Moony

Moony risponde…Cara Carol…

Cara Moony,
mi chiamo Carol e ho dodici anni. Adoro tutti i tuoi libri, in particolare la triologia di Geno Hastor Venti. Ti scrivo perchè ho un problema, un grosso antipatico problema. Come intuirai frequento la terza media insieme, ovviamente, a ragazzi e ragazze della mia età. Premetto che molti di questi miei compagni di classe li conosco da molti anni, precisamente dalla prima elementare. In prima media andava tutto bene, i miei compagni mi amavo e rispettavano. Dalla seconda media sono cambiate molte cose. Hanno incominciato a ignorarmi, parlarmi alle spalle, prendermi in giro. Come fanno tuttora. Premetto che io non li ho feriti in alcun modo, davvero nessuno. Io e i miei “amici”, però, siamo molto diversi. Ad esempio a me piace molto leggere e scrivere, passatempi che i miei compagni ritengono futili, per non dire come gli apostrofano loro. Un giorno spero di diventare una scrittrice brava come te! Inoltre dall’anno scorso i miei compagni mi sembrano cambiati, non solo perchè hanno incominciato a rendere la mia vita un inferno. Li trovo…infantili. Fanno cose davvero stupide per la nostra età ( o, quantomeno, stupide per me). Davvero, non riuscirei più a scambiarmi con loro. Utilizzano un linguaggio davvero volgare che odio, insultando la nostra cara Grammatica Italiana con la “G” maiuscola. Per loro sono strana perchè scrivo racconti e leggo, non capisco dove sia il male. Leggere ti porta nel tuo universo pieno di sogni, ti fa memorizzare tante cose nella tua capoccia insomma…è fantastico! Per loro scrivere è anche peggio! Ora, non lo so, cosa dovrei fare secondo te? Non c’è verso neanche di discutere, capirsi con gente del genere. Infantilismo puro. Sono due anni che sopporto questa situazione, non riesco a reggere fino alla fine dell’anno. Sono sempre 365 giorni. Ti prego rispondimi in fretta e aiutami!
Grazie in anticipo.

Carissima Carol,
l’adolescenza è un periodo della vita assai confuso. Per tutti. Gli sbalzi umorali, i cambi repentini del comportamento, dei gusti estetici, delle amicizie e dei sogni rappresentano quell’infernale incanto che si chiama diventare grandi. C’è chi prende vie diverse, diventa più aggressivo, spavaldo e volgare, c’è chi invece si chiude in una sorta di isolamento sprituale, chi addirittura si complica la vita sentendosi complessato, brutto e diverso da tutti gli altri. Eccetera eccetera.
L’inadeguatezza deriva anche dall’educazione ricevuta.Da quello che mi scrivi capisco che se ami leggere e ami scrivere significa che nella tua famiglia questi “doni” sono passati di mano in mano fino a raggiungere le tue.
Non disperarti per le amicizie che deludono, per le offese ricevute, per i dinieghi, per le critiche. Non soffrire per questo. Vedrai che la forza la trovi proprio in quei doni che ora sono tuoi. Troverai ragazze e ragazzi che la pensano come te…credimi. 
Il cielo sopra di noi non è sempre azzurro, e lo sai. Tempeste e temporali possono turbare ma poi c’è l’arcobaleno e solo occhi curiosi e intelligenti possono comprendere e vedere tale bellezza. Non infrangere i tuoi sogni in stupide beghe. 
C’è dell’altro…c’è il mondo. C’è tutta la vita che ti aspetta. Devi essere fiera di ciò che sei. E se ti senti cadere nell’abisso delle incomprensioni sappi che anche quell’esperienza è utile per saper afferrare la vita con le unghie e con i denti.
Per quanto riguarda le storie che scrivi in un sito fiction mi auguro che tu possa trovare soddisfazione ma se vuoi puoi partecipare ai miei corsi di scrittura e alla fine pubblicare nel mio sito il tuo racconto finale.
 
Ti abbraccio con affetto.
Moony